Rivivere le finalità dell’Ucai


Nella relazione dell’ultimo Consiglio nazionale dell’Ucai, la Presidente, Fiorella Capriati, nella relazione sullo stato attuale dell’Ucai, ha invitato tutte le Sezioni a privilegiare l’aspetto formativo dell’Associazione, chiedendosi, in qualità di soci, quali sono le motivazioni e le scelte idonee all’adesione all’Ucai . ha quindi sottolineato l’importanza di una risposta confacente, capace di vere sempre presente “il ruolo del cristiano autentico nella quotidianità”, che il beato Paolo VI ritiene “necessario per costruire un nuovo umanesimo”. Ogni Sezione, infatti, deve convincersi che oggi è cambiato il ruolo dei laici nella Chiesa e che bisogna pertanto testimoniare la propria fede associativa e personale secondo i criteri suggeriti dalla Chiesa, così da essere “esperti in umanità”. Sembra essere giunto il tempo auspicato da Paolo VI in cui ”la vita cristiana chiederà a noi fedeli moderni una risposta più forte”. Forse, anche per questi motivi è necessario per la vita dell’Unione riprendere in mano lo statuto, se è il caso modificarlo e rispettarlo affinché l’Ucai continui a esistere in maniera vitale e convincente.